mercoledì 14 ottobre 2009

La cultura non ha colore

La cultura non è di destra o di sinistra, non è rossa bianca verde o nera. Non ha una bandiera politica da sventolare. Ma la cultura ha il dovere di rappresentare il proprio tempo. Dunque non può esistere una cultura disimpegnata. Il punto è solo uno: gli uomini politici non devono strumentalizzare la cultura per i propri scopi. La cultura se ne frega delle loro poltrone, del numero dei loro elettori e non si fa serva di un padrone.
La cultura è libertà e indipendenza. La cultura appartiene a tutti i popoli ed è la sola loro moneta di scambio. Non etichettiamo chi fa cultura con un colore politico o non saremo mai un popolo libero.

Nessun commento:

Posta un commento